Chiaromonte

Fresato lasciato su demanio, sequestrato

ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), 3 MAG - I carabinieri forestale di Oriolo hanno sequestrato, in località "Marina" di Roseto Capo Spulico, quattromila metri cubi di conglomerato bituminoso di recupero, meglio noto come "fresato d'asfalto". Il materiale proviene dalla scarificazione della sede stradale ed è considerato un rifiuto speciale. Il fresato d'asfalto era stato depositato lungo la foce del torrente Ferro, a circa 100 metri dalla spiaggia, su suolo demaniale e senza alcuna protezione. Dalle indagini è emerso che i rifiuti provenivano da lavori di manutenzione e rifacimento del manto stradale lungo la statale 106 jonica effettuati da un'impresa per conto dell'Anas. A seguito del rinvenimento del materiale e del sequestro dell'area per oltre mille metri quadri in cui era stato depositato il fresato, è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali il responsabile dell'area tecnica del Comune di Roseto Capo Spulico.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie